...e si può dividersi e non sparire...
se è così riabbracciami quando vuoi!

Domani, Pooh 2004

29/02/2004

Felicita’

1) Nevica da ORE…. il mio cortile e la strada davanti casa sono imbiancati, non li vedevo cosi’ da DECENNI!

2) Ho scoperto che a Ottobre anche la Tribuna di Treviso aveva parlato del sito per Francesca! ;-)

3) Ho trovato, quasi per caso, una cosa che permettera’ di fare qualcosa di molto bello ;-)

26/02/2004

E-Casining’ ;-)

Scusate per il malfunzionamento dei commenti ;-)
Adesso e’ tutto OK anche se per sistemarlo ho dovuto fare un macello immane…
e mi sono convinto una volta in piu’ che e’ ora di scrivermi il mio softwarino di blog :)

Vabbuo’, adesso funziona tutto di nuovo… ;-)

23/02/2004

e-learning ;-)

Oggi ho scoperto che con la direttiva Files di Apache e’ possibile definire impostazioni particolari (parse via php indipendentemente dall’estensione, protezione via password, ecc) anche per un singolo file. Che forte! ;-)

Lo so che siete stufi di sentirmelo dire ma sono troppo soddisfatto di essere su DreamHost ;-)
Ho imparato tantissimo negli ultimi otto mesi! ;-)

22/02/2004

Web all’italiana

Qualcuno mi spiega per quale ragione se cerco “smtp alice” su Google
(per aiutare un amico utente di quell’ADSL) deve spuntarmi la
pagina di un sito di dialer stacolma di parolre chiave?

Ma chi si credono di essere?

19/02/2004

Critica alla fiction “Rivoglio i miei figli”

L’unica critica e’ che di cose cosi’ ne fanno poche. Bello, avvincente, realistico (e’ ispirato a vicende reali, anche se ovviamente c’e’ una buona parte di storia romanzata), ben recitato e con doppio finale: prima il classico “arrivano i nostri” (dopo averci lasciati tutti col fiato sospeso per capire se il tipo di cui non ricordo il noe s’era fatto corrompere da Rostelli), poi il viaggio in camion con la riconciliazione fra madre e figlia.

E a proposito di Camilla, la figlia della protagonista, suo e’ il secondo post nella categoria dei bravi attori. La piccola attrice recita bene e il personaggio e’ molto ben costruito, presentando tutti i tratti classici del conflitto col genitore cosi’ come lo manifesta un bimbo di quell’eta’.

Segue Camilla Walter Rostelli, al seguito Luca Barbarecchi, che interpreta discretamente il padre cattivo, personaggio ambiguo in cui sono stati fatti confluire troppi caratteri: complottatore, ironico, sarcastico, sadico, corruttore e manovratore, fin anche al violento , con la “scena madre” in cui grida all’amante moldava: “in ginocchio!” dopo averla ben schiaffeggiata. Recitazione discreta ma se si fossero date meno caratteristoiche al personaggio, costruendole meglio (un po’ come e’ stato fatto per Camilla), probabilmente Barbareschi avrebbe reso di piu’.

Arriviamo poi alla Ferilli: brava e appropriata per il personaggio. In effetti lei va bene per qualsiasi donna normale che sia disperata per una situazione difficile, cosi’ la vediamo passare da “Commesse” a “Rivoglio i miei figli” senza notare troppe differenze nel modo di recitare. Resta il fatto che per questo ruolo e’ perfetta, cosi’ come lo era per quello ricoperto in “Commesse”, appunto.

Fanalino di coda per Lorenzo, il figlio minore. Non e’ colpa del piccolo attore, e’ il personaggio che serve solo a dipingere un bimbo piccolo, senza caratteristiche particolari se non quella di essere legato alla mamma, a differenza della sorella maggiore.

Tralascio i coprotagonisti per questioni di tempo (ho sonno) e ribadisco il giudizio: ottima produzione. Forse, a voler essere critici, si sarebbe potuto lavorare meglio su Walter e Lorenzo e sempre forse, dividerla in tre serate invece che due fiume avrebbe giovato.

Giudizio finale: 8+

Bello, avvincnte, credibile e commovente.
Ottimo esempio di fiction e bravi tutti, soprattutto la Ferilli e l’attrice che interpreta Camilla!

16/02/2004

Violenza ;-(

Di cosa parla questo post? Di delitti? Rapine? Vessazioni? Niente di tutto questo. Parla di una forma di violenza diversa ma altrettanto efferata e devastante.

Parla di violenza fra le mura domestiche.

Quasi tutti noi abbiamo un archetipo di famiglia protettiva. Genitori e figli, quattro mura, un posto sicuro dove ottenere amore, protezione e sostegno.

Ma non e’ cosi’ per tutti. Ci sono uomini che vivono la paternita’ (e donne che vivono la maternita’) in modo diverso. Persone che, vuoi per mera cattiveria, vuoi per raptus di violenza incontrollata, dominano i figli e impongono loro punizioni spropositate e violente per qualsiasi sgarro, reale o immaginato che sia.

Ma badate, non parlo di teoria, non cito le statistiche di Telefono Azzurro. Parlo di fatti che conosco, perche’ capitavano (e capitano) a una mia amica e perche’ capitano a una persona di cui mi hanno parlato oggi (resto vago per privacy).

Ecco, alla fine di questo giorno, in un momento nel quale la mente si rilassa e dovrebbe pensare a cose piacevoli, magari alle soddisfazioni di oggi o agli impegni di domani, mi e’ tornato alla mente il racconto che ho sentito oggi e ho provato una profonda angoscia e tristezza per quella persona. Non la conosco ma pensare alle sue ferite fisiche ma soprattutto psicologiche e’ terribile. Pensare che a questa persona non e’ dato di vivere la vita serenamente, contando sul sostegno e la protezione della famiglia, bensi’ proprio in famiglia ha chi la tortura, mi spezza il cuore. E non e’ l’unica persona a vivere questo dramma!

Mi affaccio alla finestra della mia strada, nella mia citta’, lontana dalla sua. Guardo le case, le finestre chiuse. Chissa’ quanti cuori sofferenti in quelle case, magari dove non me lo aspetto. Chissa’ quanti piccoli grandi dolori privati rovinano il sonno a persone innocenti.

Mi chiedo cosa posso fare per loro. Posso pregare. Almeno (o solo) questo.

Per te, persona di cui mi hanno parlato oggi, posso pregare. Perche’ chi ti e’ attorno possa darti la forza per curare le tue ferite interiori., E perche’ questa notte porti via il tuo dolore e ti dia il sogno, almeno quello, di una vita serena.

Per te e per tutte le persone che soffrono per le tue stesse ferite. Coraggio!

Ti abbraccio. Anche se non lo saprai mai.

15/02/2004

Arrivederci Pirata

Premesso che odio i “coccodrilli” e la celebrazione di chiunque muoia che viene ricordato da amici e testimonial vari commossi, voglio dire la mia su Pantani.

Questa morte ci fa capire com’e’ brutto il mondo dello sport-spettacolo in cui corri per vincere e se vinci hai fama, soldi… ma devi continuare a vincere e c’e’ chi x farlo tenta e non perdere tutto anche le strade piu’ sporche… e quando il castello di carte crolla il mondo che prima ti applaudiva ti abbandona e magari ha anche il coraggio di contestarti duramente.

Pantani e’ stato abbandonato a se’ stesso a rimpiangere il successo e il sostegno che questo mondo ipocrita e fatto di sponsor da’ solo ai vincitori.

Che dove e’ ora possa ritrovare la pace, la voglia di correre per misurarsi solo con se stesso e il sostegno incondizionato di chi gli e’ attorno.

14/02/2004

Fermiamo il massacro!

“Anche quest’anno saranno almeno 500mila le foche uccise in Canada per le loro pelli e la loro carne ed altre decine di migliaia rischieranno di morire imprigionate nelle reti dei
pescatori.”

“Le foche vengono uccise a bastonate oppure con un colpo di pistola […] davanti agli occhi delle loro stesse madri”

Tutto questo per fare pellicce per quelli che amano vestirsi con pelli di animali morti.

Tutto questo nel paese che da’ sempre e’ considerato, si presenta ma soprattutto si considera un posto felice e civile: il Canada!

Le associazioni animaliste di tutto il mondo hanno organizzato raccolte di firme e messaggi per gli ambasciatori canadesi dei rispettivi paesi.

Invito tutti i lettori del mio blog a partecipare a questa iniziativa visitando questo sito: http://www.alternativamente.net/magazine/maggio-00/foche.htm e seguendo la proposta di azione.

Se conoscete altri siti o indirizzi segnalateli nei commenti…

E se incontrate qualcuno che ama le pellicce, non offendetelo: mostrategli la foto o il filmato di un cucciolo di foca ammazzato a bastonate davanti alla propria madre. L’unica giustificazione alla scelta di indossare una pelliccia e’ l’ignoranza su come questi animali vivono e soprattutto muoiono.

Non esitate, agite!

Spammate altrove! :)

Fabio mi informa che il mio blog e’ vittima di un referer spammer:
“รจ la nuova trovata degli spammer: con dei bot bombardano i vari siti con falsi refer, in modo che chi li pubblica in bella mostra pubblicizza il loro sito”

Ok, fregato lo spammer. Nello script che mostra i referer avevo implementato un filtro basato su espressioni regolari. E’ bastato aggiungere .*xxx.*-dialer.* (il nome promette bene, no?) e il problema se n’e’ andato.

Grazie vecchio mio e ciao ciao allo spammatore ;-)

13/02/2004

Gabriele VS Windows 3 a 0 !

Grazie ai consigli di Fabio e Lecta ho stravinto, contro Windows e anche contro molto software blasonato!

Ieri i colleghi han reinstallato Norton Antivirus 2002, che pero’ era scaduto e quindi non scaricava le ultime definizioni… e non trovava niente!

Prima ho installato lo “strumento di rimozione” di MyDoom (o come si chiama) diffuso da Symantec, poi con AVG6 che e’ gratuito ma aggiornabile (e quindi l’ho usato con le definizioni del 12/2) ho rimosso MyJuice.

Proseguendo, passata di System Mechanic 4 (che in effetti trova alcune magagne che le Norton Utilities 2000 non vedono). Poi TweakUI, JV16 Power Tools e AD-AWare. Fra una pulizia e l’altra (e non immaginate quanta fuffa s’era accomulata su quella macchina in anni e anni…) le cose si sono un po’ sistemate.

Infine Sygate Firewall (che e’ meno user-friendly di Zone Alarm ma e’ decisamente piu’ configurabile) che ci protegge per bene dai giocherelloni.

Risultato:
– ieri era impossibile connettersi e/o lanciare applicazioni (continui errori, crash, cadute, memoria insufficiente…).

– stamattina il PC non partiva grazie a file messi in quarantena a casaccio con Norton Antivirus 2002 e definizioni vecchie.

– stasera il PC parte, e’ protetto da virus con AVG, da attacchi con SyGate Firewall personal. Funziona abbastanza (alcune cose saranno da reinstallare) e consente di scaricare la posta, stampare e gestire il sito.

In conclusione mi son sentito dire (forse eccessivamente…) che ho “salvato la Parrocchia”! ;-)

Beh, non c’era solo quel PC, pero’ quello serve e l’ho salvato… usando solo software free (o usabile gratis per qualche giorno).

Grazie a tutti per i consigli! ;-)

Update: una peste di nome cobra89 ;-) mi fa notare che sarebbe “3 a 1”. Errore: questo era un nuovo match, per l’esattezza la partita di ritorno ;-)

12/02/2004

Windows VS Gabriele 1 a 0

Per ora ha vinto lui…

Primo tempo

Ha cominciato stamattina crashando (schermo blu, “connection lost or blocked by firewall”… eh?!) mentre si scaricava la posta…
Ha proseguito crashando all’avvio…
Poi ha deciso di non accedere piu’ alle pagina a intermittenza…
Poi a intermittenza ha deciso di crashare (vedi schermo blu di sopra…)/
L’idea e’ che ci sia un virussino ma Norton Antivirus e’ scaduto e non trova niente con le vecchie definizioni( mbr anomalo, ma non sa se e’ un virus…).

Fine primo tempo.

Secondo tempo.

Porto le Norton Utilities.
Un Windows mai reinstallato in tre anni in cui chi passa installa qualcosa.
397 errori.
Ora non crasha all’avvio.
Ora mostra le pagine.
Se si cerca di fare qualcos altro, dice che la memoria e’ insufficiente, scoppia qualche task e si riavvia dopo un bel “termina processo”…
Venerdi’ porto AVG (che e’ gratis) e vediamo.

Per ora ha vinto lui.

Il tutto su uno dei PC in Parrocchia.

Qualcuno ha idea, dai sintomi, di cosa puo’ essere? Io sto
impazzendo.

AIUTO!

08/02/2004

Par Condicio su DreamHost

DreamHost ospita un sito di un presunto gruppo terrorista palestinese, me discutono piu’ o meno scandalizzati alcuni utenti sul forum di DreamHost.

Secondo me per Par Condicio dovrebbero ospitare anche un sito che parla delle attivita’ legittime e in rispetto dei diritti umani praticate dal governo israeliano (segregazione di migliaia di palestinesi in campi profughi, abbattimento di case, invasione di territori, omicidi mirati, assedi ai simboli religiosi di altre fedi, disprezzo delle risoluzioni ONU…). E perche’ no, il sito potrebbe tessere le lodi del grande condottiero Sharon, che ha una carriera politica e morale di tutto rispetto.

In effetti un sito simile esiste, ed e’ pure in italiano. Cercatelo, merita di essere letto.

Terrificante.

Sono sarcastico, spero si capisca. Abolirei entrambi i siti.

Orgoglioso di essere vegetariano

OK, tu che leggi non lo sei.
OK, hai le tue convinzioni.
Va tutto bene, pero’ e’ giusto che tu sappia COSA mangi.

Guarda le foto di questa pagina:
http://www.ivu.org/italian/articles/exhibition/social.html

Guarda in particolare l’ultima e immagina come deve essere vivere in uno spazio nel quale c’e’ un tale affollamento che non ti puoi sdraiare (verresti schiacciato), non puoi riposare, non fai che restare in piedi, pressato da altri tuoi simili, sempre a contatto con loro, sempre teso, sempre agitato, di notte come di giorno.

Altro che influenza dei polli, TU mangi esseri viventi che per tutta la loro esistenza hanno sofferto dolori, angoscie e stress indicibili!

Al di la delle opinioni etiche che forse non vuoi neanche sentire, non sono mica sicuro che mangiare quegli animali faccia bene…

Comunque…
buon appetito.

Dove sono stato?

Okkebbello! ;-)
In realta’ non ho proprio visto tutto il Canada ma la mappa e’ caruccia ;-)

create your own visited country map or write about it on the open travel guide

(bel sitino trovato da macubu)

05/02/2004

I blog

I blog sono per esibizionisti…
i blog sono i nuovi cortili delle comari…
i blog sono usati per parlare dei fatti altrui…
i blog qui, i blog li’…

La mia esperienza con i blog:
ho un posto dove scrivere i miei pensieri, per me stesso ma
con il conforto e la curiosita’ di pensare che qualcuno
verra’ a leggerli.

E con il blog ho avuto delle esperienze inimmaginabili.

Un giorno posto sulle piste Bladeracers e arrivano
commenti di mamme che hanno trovato il post su Google e che
espriomono le loro opinioni sul prodotto;

Un altro giorno vedo dei quadri spettacolari in TV, scrivo una riflessione sull’argomnto e, sempre per merito di Google, arriva e risponde il pittore autore degli stessi!

Ma questo post non e’ stato scritto per celebrare i miracoli che pure fanno scoprire un nuovo modo di vivere la telematica anche a me che me ne servo dall’88, no, questo post e’ dedicato a Luca, che ha 13 anni (19 meno di me, si diciannove) e che nel suo blog ha scritto un post dedicato ad una sua amica scomparsa.

Una riflessione che non mi aspettavo di trovare li’, oggi,
adesso. Non lo sapevo che aveva passato anche lui questo (o
forse lo sapevo ma l’avevo rimosso). Una riflessione che e’
stata ed e’ una freccia nel cuore. Dei ricordi che sembrano
i miei. Parla della sua amica come io parlo di Chiara e
pensa le cose come le penso io per Chiara.

E si che non te lo aspetteresti. E si’ che se fosse un mio
vicino di casa incontrandolo non penserei che una persona
cosi’ giovane sia capace di dire certe cose. Perche’ ci si
ferma all’aspetto esteriore. E la telematica anniente queste
barriere. E i blog, complice Google, fanno il resto.

Meraviglie dei blog, appunto. Ci avvicinano tutti. Genitori
che dicono la loro su un giocattolo. pittori, anime in pena,
ragazzi. Grazie a Hila, che due anni fa mi ha fatto scoprire
questa forma di comunicazione. Grazie davvero.