26/03/2012

La cronaca del Veneto

Il Gazzettino chiude le porte alla consultazione gratuita del quotidiano. La mentalita’ dell’abbonamento colpisce anche questa testata che finora aveva offerto la lettura gratuita dalle 14 avvalendosi di banner e sponsorizzazioni.
E’ buffo: si possono leggere le notizie di mezzo mondo e dei posti piu’ strani e lontani, ma la cronaca locale del Veneto viene blindata, con buona pace di quanti, giovani che lavorano lontani, pensionati o semplici cittadini interessati alla vita della propria citta’, perderanno la possibilita’ di conoscere gli eventi locali.

Molti giustamente si lamentano: a leggerlo dopo le 14 erano soprattutto pensionati e persone che abitano lontano dalle loro terre d’origine. Eccomi quindi a stilare una lista di siti di notizie legali e gratuiti, perche’ giustamente si sostengono con la pubblicita’ e le sponsorizzazioni.

Essendo di Mestre privilegio i giornali e siti che parlano della mia area, ma se ne conoscete per le altre province del Veneto segnalate pure.

T-Vision
Le news in video di Antenna 3 su Venezia/Mestre, Treviso e Padova

Rete Veneta
I TG quotidiani di Rete Veneta per Mestre/Venezia, Treviso, Padova e Vicenza

Il Corriere del Veneto
Il Corriere del Veneto offre notizie locali di Venezia-Mestre, Padova, Verona, Treviso, Vicenza, Belluno e Rovigo

La nuova Venezia
La nuova di Venezia e Mestre offre una selezione di notizie gratuite dalla citta’

Venezia Today
Venezia Today offre cronaca di Venezia e Mestre
Vedi anche Mestre Today

Ansa
Le notizie ANSA relative al Veneto

Youreporter.it
Le news del Veneto da YouReporter.it

Come altri, non comprero’ piu’ nemmeno l’edizione cartacea come ogni tanto mi capitava di fare. Sono liberi loro di fare determinate scelte come lo sono io, se non le condivido, di decidere a chi dare i miei soldi o su quali banner cliccare.

Aggiornamento 27/3/2012

Archivio storico di Repubblica
Con questo servizio si possono fare ricerche nell’archivio del famoso quotidiano ma anche di un gran numero di testate locali anche venete fra cui La Nuova Venezia, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso e altri. Gli articoli degli ultimi 2 giorni sono a pagamento (ma se ne possono leggere i titoli e un estratto), ma tutti i precedenti sono consultabili gratuitamente.

Aggiornamento 18/5/2012

Rassegna stampa sul sito della Camera dei deputati
Archivio rassegne stampa sul sito del Senato
Molti fra i commenti alla notizia sul sito del Gazzettino chiedevano di poter vedere almeno la prima pagina. Lo consente la rassegna stampa sul sito istituzionale del Governo. Dal 18 maggio 2012 il Gazzettino inoltre ha ricominciato a pubblicare la prima pagina delle proprie edizioni locali.

Archivio storico della Nuova Venezia
Ecco, per semplificare la vita a molti, il collegamento all’archivio storico della Nuova Venezia che permette di leggere tutte le notizie pubblicate dal 2003 a oggi. Le notizie pubblicate da piu’ di un giorno sono accessibili gratuitamente.

Se conoscete altri siti, scrivete!

9 commenti per “La cronaca del Veneto”

  1. Marco scrive:

    Lei scrive: “Eccomi quindi a stilare una lista di siti di notizie legali e gratuiti”
    Vedo nell’elenco il Corriere del Veneto, la Nuova Venezia e l’Ansa, che offrono gratuitamente il loro sito internet, come fa anche il Gazzettino. Il giornale cartaceo della Nuova Venezia e del Corriere del Veneto e il notiziario dell’Ansa sono a pagamento (e il notiziario Ansa è anche molto costoso)

  2. Gabriele scrive:

    Alcuni dei siti citati escono sia in edizione gratuita sia in edizione a pagamento ma consultandoli tutti assieme si riescono a ricavare gratuitamente piu’ notizie che seguendone uno solo. Poi e’ logico che se uno non gradisce le scelte fatte dal Gazzettino (ed il modo di difenderle) e’ probabile che non visitera’ piu’ nemmeno la parte gratuita del sito.

    La ringrazio del commento ma secondo me avrebbe dovuto indicare da dove scrive. Io lo vedo benissimo ma sarebbe stato molto piu’ giusto verso gli altri lettori del blog. Spero decidera’ di farlo.

  3. gabri scrive:

    Beh, non capisco tutto questo boicottaggio del sito Gazzettino.it che rimane inalterato, con tutte le notizie disponibili, piu’ tempestivo e completo rispetto a quelli segnalati sopra. A pagamento è diventata solo l’edizione ‘cartacea’ del quotidiano, il sito e le sue notizie mi pare sia rimasto inalterato!

  4. Marco scrive:

    Mestre, anche se non ne vedo l’importanza

  5. Gabriele scrive:

    Suvvia, ha capito benissimo che cosa intendevo…
    Deve sapere che quando si invia un commento a un blog o a un sito in genere viene memorizzato anche l’IP dell’utente che lo invia. Con WordPress basta un clic per vedere a chi appartiene. Nel caso di privati si puo’ conoscere solo il provider. Nel caso di aziende si vede anche l’azienda. Ed e’ il suo caso quindi ripeto: sarebbe stato piu’ giusto chiarire da che contesto arrivava il pur legittimo commento per tutti i lettori che non lo sanno.

  6. Gabriele scrive:

    La spiegazione puoi trovarla nella lunga discussione sviluppatasi sul Gazzettino: cio’ che colpisce negativamente e’ il modo, la tempistica, le promesse passate, le risposte della redazione web e l’offerta commerciale proposta veramente costosa per chi e’ interessato alle notizie di piu’ di un’area.

    In molti ci siamo sentiti orfani di una testata che avevamo sostenuto visitandola regolarmente per anni e consultandone pure i banner. La conseguenza di non leggerla piu’ e rivolgersi ai servizi gratuiti o a pagamento degli altri e’ piu’ che naturale.
    La mia lista, infine, e’ a totale beneficio delle fasce che piu’ perdono da questa vicenda e di situazioni emblematiche nella discussione sul Gazzettino ce ne sono diverse.

  7. Enrico scrive:

    Ho deciso di lasciare un messaggio qui invece che aggiungere ai commenti dell’articolo sul loro sito…

    Pordenonese, vivo in Texas da quasi 20 anni. Sfogliare le pagine locali del il Gazzettino a meta’ giornata e’ stata una tradizione per me, ed un motivo per discutere con mia madre di cio’ che succedeva in provincia settimanalmente, quando la chiamavo al telefono.

    Potevano decidere di lasciarci leggere il giornale vecchio dopo 1 o 2 giorni invece che dopo le 14 (tanto non cambiava niente per me che sono lontanissimo)…

    Purtroppo per loro, hanno perso un altro utente online…

  8. Alessandro scrive:

    Caro Favrin,
    il sito del Governo non permette da aprile di scaricare la rassegna stampa del Governo.

    Quelli della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica sì. Fin dal primo mattino.

    Può aggiungerle fra le rassegne stampa gratuite, amplie e di libera consultazione e rimuovere (purtroppo) il link a quella di Palazzo Chigi.

    Un caro saluto, Alessandro

  9. Gabriele scrive:

    Grazie del commento! Mette i brividi vedere da dove viene ;)
    Ho aggiornato i collegamenti.

Inserisci un commento

Commento

In questo blog non sono graditi commenti anonimi, provocatori oppure offensivi. Esiste la libertà di opinione e critica alle tesi espresse ma la si esercita firmandosi (va bene anche un nick) e con educazione.