Non nel mio nome!

Esprimo qui il mio piu’ totale disprezzo verso il dittatore libico Gheddafi che come altri dell’area sta massacrando la sua stessa gente “rea” di protestare contro la sua dittatura.

Straziante pensare al silenzio dei suoi “amici” in altri stati come purtroppo nel nostro. Amici che quando trattano con lui accordi come quello indegno sul “controllo dei flussi” (che ha avuto conseguenze umanitarie devastanti) NON LO FANNO NEL MIO NOME.
Non conta niente, lo so! La mia e’ solo una piccola voce nel mare digitale, ma avendo la possibilita’ di esprimerla voglio gridare la mia distanza dall’amicizia e dai rapporti del governo in carica e del premier con quel dittatore.

Essere amici del popolo libico e’ doveroso, soprattutto dopo il male che l’Italia di ieri ha fatto in quella nazione, ma il popolo e’ una cosa, altra cosa e’ quel pericoloso dittatore che arrivo’ a rischiare una catastrofe per una puerile ripicca!

Se i nostri rappresentanti politici fossero amici del popolo libico, prenderebbero posizione contro la repressione e non dovremmo sentire frasi come “‘No, non l’ho sentito. La situazione e’ in evoluzione e quindi non mi permetto di disturbare nessuno‘ (fonte ANSA). Non lo vogliono disturbare e si preoccupano, ma per ben altri motivi…

Quindi ribadisco da qui la mia personale distanza dalla politica del mio paese nei confronti del colonnellodittatore Gheddafi, cui auguro la stessa sorte toccata ai suoi omologhi di altri stati della regione.

Con amicizia, affetto e preghiera sincera per il popolo libico e per i tanti che si sacrificheranno per la giusta causa di far finire una dittatura.

FORZA POPOLO LIBICO!!!

Un commento su “Non nel mio nome!”

I commenti sono chiusi.