Quadri e senso della vita…

Stamane stavo facendo zapping fra le emittenti e ho beccato la cara vecchia Tele-Elefante. Quand’ero piccolo mi piaceva perche’ trasmettevano “Il grande Mazinga”, poi si sono dati a Telemarket e han iniziato a vender quadri e altre opere d’arte da mattina a sera…

Oggi vendevano opere di Davide Frisoni, che sul momento mi son sembrate foto, non quadri. C’era il presentatore che di fronte a un panorama di auto di notte, forse a corto di idee. sparava cose tipo “Frisoni e’ nei musei Vaticani, come puo’ mancare a casa vostra?!” o “loro vogliono venderla solo a xxx… io non condivido ma mi adeguo…”.

Intendiamoci, guardando meglio i quadri sono belli. ‘sto tizio ha una passione per le strade trafficate e sa riprodurre le luci su tela come pochi, pero’… i prezzi!!!!

Sul sito di Telemarket hanno in catalogo parecchi suoi quadri. I piu’ “economici” sono i sui 1800 (milleottocento) euro, altri superano i 6000 (seimila)!

Ora, capisco che l’Artista e’ bravo e deve pure mangiare, ma che senso ha chiedere cifre simili per un dipinto? Intendiamoci, lo so che vi sono quadri ancora piu’ costosi, ma e’ proprio il concetto in se’ che non capisco…

Perche’ un quadro deve valere tre milioni di Lire, uno quattro, uno dodici e via discorrendo? Perche’ cifre SIMILI?! Uno dipinge un quadro, prova e trasmette emozioni e poi la sua opera viene venduta e solo chi ha mille, duemila, tremila, seimila o quant’altro e la puo’ portare a casa e goderne.

E poi ancora, perche’ un quadro deve essere venduto a una persona e quella puo’ portarselo in casa e rimirarselo da sola? Perche’ un miliarario puo’ usare miliardi per abbellire la propria villa? E gli altri? Che gusto c’e’ a fare qualcosa che sara’ vissuto e ammirato solo da chi potra’ spendere migliaia di euro per appenderlo al muro della propria casa?

Mah non so, forse il senso del mondo e’ arricchirsi e dar gioia solo a chi ci riesce. . Che questo valga per molti “VIP” e per chi li rappresenta e’ palese, ma come possa valere anche per chi con le sue opere vuol trasmettere emozioni proprio non lo capisco.

Comunque fortuntamente guardare le riproduzioni online e’ ancora possibile (un giorno ci saranno delle limitazioni anche su questo, vedrete). Guardate il sito di Davide Frisoni perche’ al di la’ dei costi e di questo mondo cosi’ strano, e’ un grande!

PS: adesso che avete sentito parlare di quadri venduti a migliaia di euro e magari acquistati da privati per tenerseli in casa, vi racconto una favola: c’era una volta…

Bello il mondo, vero?

Un commento su “Quadri e senso della vita…”

  1. Carissimo,
    ho trovato questo tuo pezzo mentre con Google guardavo il resoconto dalle novità sulla mia attività in internet.
    Prima di tutto grazie per i complimenti e per i suggerimenti che dai.
    In secondo luogo…è difficile spiegare perché le opere costino così care, ma vedi, anche l’arte ha un mercato e come tutto il mercato quando un prodotto vende il prezzo aumenta(una volta era il contrario) e così anche le mie opere iniziano a costare un po’ care. Non bisogna dimenticare però che dietro ci sono più di vent’anni di duro lavoro (e di fame!!!) e che quello che si vede e si compra oggi porta il peso di tutta una vita dedicata all’arte. Detto questo non dico che sia giusto vendere a prezzi alti le opere d’arte, ma lo stesso discorso possiamo farlo anche sui vestiti, il mangiare, le vacanze… conosco parecchie persone che pur di comprare un quadro che a loro comunica molto, rinunciano alle vacanze o qualcosaltro pur di averlo.
    Spezzo una lancia a favore di Telemarket. Ha avvicinato molta gente all’arte con un metodo molto semplice…il pagamento a rate!! con grande gioia di molte casalinghe.
    Adesso ti lascio ancora ringraziandoti.

    Frisoni

I commenti sono chiusi.