03/12/2014

Un desiderio realizzato

Oggi ho realizzato un desiderio che covavo da un po’.
Non entro nel dettaglio perche’ e’ una cosa particolare.
Diro’ solo che da qualche mese avevo un debito di gratitudine che volevo onorare verso una persona che senza saperlo ha contribuito a farmi stare meglio, per uno strano meccanismo della mente, qualcosa tipo “se oggi sta bene lei, potro’ stare bene anche io”.

Cosi’ dopo aver ringraziato quanti mi sono stati vicini in questi mesi in mille modi (a partire dalle persone meravigliose che ci sono state il 14 e il 21 maggio), sentivo il bisogno di ringraziare anche questa persona e di stabilire infine un contatto visto che sebbene vicini geograficamente, praticamente non ci si conosce.

Ci ho pensato su per un bel po’ e alla fine ho scritto una lettera (si’, quelle che si spediscono) aggiungendo anche un piccolo dono che proviene da quel sito che coltivo come una pianta preziosa e che mi permette di donare agli altri quel po’ che so fare.

E’ effettivamente un dono gratuito, nel senso che regalo qualcosa a qualcuno senza aspettarmi nulla. Arrivare arrivera’ (con seieuroecinquecentesimi di raccomandata 1 ci mancherebbe) ma cosa accadra’ poi non dipende da me, ma mi basta che la mia missiva sia letta e sono felice cosi’.

Curiosamente aver finalmente deciso di farlo, di passare dal proposito di farlo al farlo, mi ha reso felice e mi-fa-sentire-bene!

E’ qualcosa che tempo fa non avrei mai pensato di fare.
Segno che si cambia, che molto in me e nel mio modo di essere va cambiando, che sto trovando piu’ coraggio di vivere in prima persona e tirare fuori la parte migliore di me in ogni contesto.
Ed e’ la riprova che donare fa stare bene piu’ che ricevere doni o farseli :)

Inserisci un commento

Commento

In questo blog non sono graditi commenti anonimi, provocatori oppure offensivi. Esiste la libertà di opinione e critica alle tesi espresse ma la si esercita firmandosi (va bene anche un nick) e con educazione.