13/12/2013

Arriva il Tardis!

Dalla settimana prossima in casa mia entrera’ il Tardis.
No, non ho comprato una cabina blu della polizia ne’ il Dottore verra’ a farmi visita (se non la capite cercate in Rete Doctor Who).

Tardis sara’ il nome con cui battezzero’ il mio prossimo computer.
Il primo PC che ho comprato, nel 1999, l’ho chiamato DS9, come la stazione spaziale di Star Trek. Nel 2004 sono passato a un Pentium4 che ho chiamato Stargate-SG1 in onore della serie e perche’ mi spalancava nuove possibilita’.
Nel 2009 sono passato a un i7 920 che ho chiamato Destiny, pensando alla misteriosa e potentissima nave di Stargate Universe.
Dopo cinque anni, tempo nel quale spremo abbondantemente una macchina usandola molte ore al giorno, il prossimo sara’ il Tardis, non solo perche’ da poco ho scoperto e amato Doctor Who ma perche’ sara’ piccolo fuori e… piu’ grande dentro, con un hardware che conto mi accompagni per altri 5 anni o magari di piu’ visto che e’ meglio bilanciato che in passato.

Ecco dunque le specifiche:

– L’alimentatore e’ un COOLER MASTER Serie G700 80Plus da 700W Silent, potente per cio’ che dovra’ alimentare ma silenzioso.

– Per il case avevo pensato al cosmos 2 ma era TROPPO grande… quindi Antec p280 che e’ piu’ che sufficiente e ha abbondanti prese anteriori (due usb2 e due usb3), oltre che un buon numero di baie, filtri facilmente pulibili e abbastanza ventole da 120mm. In piu’ questo case semplifica il montaggio di dissipatori per la CPU.

– Il raffreddamento e’ stato il punto debole del vecchio PC: la CPU con il dissipatore di serie e un’aerazione non perfetta scaldava troppo e quindi ho dovuto usarlo con potenza ridotta e negli ultimi tempi ho dovuto rinunciare a fare alcune delle cose per cui l’avevo scelto perche’ le temperature arrivavano a valori inquietanti (e questa estate ho avuto diversi problemi hw…). Dunque fin da subito un bel Noctua NH-L12 montato sul processore!

– E il processore quale sara’ mai? Niente, un i7 4770k quad core da 3.5ghz (che puo’ arrivare a 3.9).

– Comparto memoria: 16gb in due banchi da 8gb (vedo che si torna al dual channel dopo la fase triple channel).

– Comparto hard disk: qui si fa il salto, con un SSD da 250gb Samsung Evo 840 accompagnato da un disco di lavoro da 1tb Western Digital.

– Come scheda video ho scelto di passare da AMD/ATI a nVidia con una GeForce GTX 760 2gb ddr5. In questi anni ho imparato a mie spese che Adobe e le applicazioni OpenCL supportano meglio nVidia di AMD.

– Tutto questo si appoggia su una scheda madre e qui ho fatto il vero salto, spero buono. Da quando uso i PC ho schede madri Asus ma in questo periodo ho guardato bene molte recensioni e mi sono reso conto che la maggior parte delle cose della ASUS z87 NON mi servivano come non mi servono molte cose nella MB che ho ora (e le ho disattivate per velocizzare il boot). Quindi, visto che in molti siti parlano bene della Gigabyte GA-Z87-HD3 e che temo di avere un bel “brand bias” verso ASUS, ho scelto quella, accertandomi della qualita’ nel lungo termine. In piu’ mi piacciono il dualbios, che mi da piu’ sicurezza per gli aggiornamenti, e alcune caratteristiche hardware.

– Infine come sistema operativo ho scelto di restare con Win7 64bit Professional perche’ alcune cose che mi servono non sono garantite sull’8.

Me lo assemblano e testano da mercoledi’ e sara’ pronto sabato prossimo (o mal che vada lunedi’ 23) cosi’ ho una settimana per prepararmi al trasloco e configurero’ il mio nuovo ambiente di lavoro in giorni abbastanza tranquilli. Bene cosi’.

Come ho detto, cambio computer raramente quindi cerco di scegliere qualcosa che duri a lungo. Questa volta credo d’aver scelto meglio di cinque anni fa :)

1 commento per “Arriva il Tardis!”

  1. Alessandro Marinuzzi scrive:

    Bella bestiola, tieni conto anche che dovrai affittare un magazzino dove tenere tutto il tuo parco hardware :-P Scusa non ho saputo resistere :-P Comunque hai scelto bene, solo che io avrei preso un Western Digital Caviar Green da 2 TB che rispetto a 1 TB costa solo 20-20 euro in più, io il mio da 2 TB sata3 l’ho preso 119 euro contro 99 euro di 1 TB… scalda molto meno anche perché i Caviar Green hanno un consumo ridottissimo, e la tecnologia con cui sono realizzati li porta a scaldare meno. Io il mio l’ho preso in un grosso negozio qui da me dove vendono tutto a prezzi stracciati… poi per il resto visto che hai prese usb3 prenditi anche qualche case da 2,5 pollici sata3 usb3 (funziona anche su usb2) e la differenza di 3 euro circa in più la guadagni in velocità di copia… i case per hd da 2,5 costano veramente poco ormai e son quasi tutti usb3 funzionanti in modalità compatibile con usb2… Condivido la scelta sul processore, ottimo, anche la scheda madre senza troppi arpelli inutili offre quello che realmente serve. Poi ottima scelta quella di continuare ad usare Win7 Pro 64bit. Sei uno dei pochi che ha capito il valore aggiunto di questo sistema operativo. Secondo me Win8, Win8.1 sono stati un mega flop. Non mi trovi molto d’accordo su SSD, c’è chi ha ancora rogne su SSD, troppo giovane come tecnologia, io avrei aspettato ancora un pò, per di più gli SSD costano un botto, il taglio da 250 GB lo avrai pagato uno sproposito :-P Ottimo l’alimentatore e perfetta la scheda grafica con 2 GB di DDR5. Una cosa che su un mostriciattolo del genere non poteva mancare è un masterizzatore LightScribe BluRay che costa in media 64 euro e così avresti avuto un bel sistema HTCP (Home Theatre PC), e avresti visto con ArcSoft Total Media Theatre 6 tutti i bluray al massimo con prestazioni inimmaginabili, guarda che chi è ipovedente e guarda un bluray viene “aiutato” dalla elevata definizione della qualità video, l’occhio fa più fatica a guardare un dvd che un bluray, il bluray è perfettamente nitido e definito in ogni sua parte mentre il dvd è qualitativamente basso quindi secondo me fai meno fatica a guardare un bluray che un dvd. Io prima ero contrario ai bluray poi ne comprai uno e vidi la differenza mostruosa tra dvd e bluray e adesso, non sempre, compro bluray originali che mi guardo sul pc con TMT6 o sul mio lettore bluray samsung bd-e5500 che è il non-plus-ultra in fatto di lettori bluary di fascia economica, legge praticamente tutto… Termino qui altrimenti il mio commento diventa un post vero e proprio. Ciao e auguri per la nuova bestiola ;-)

Inserisci un commento

Commento

In questo blog non sono graditi commenti anonimi, provocatori oppure offensivi. Esiste la libertà di opinione e critica alle tesi espresse ma la si esercita firmandosi (va bene anche un nick) e con educazione.