The Day, part 1

Oggi giornata importante, controllo annuale (non mio).
Speriamo in bene. Fra 6 giorni si replica.
Stanco di un’anima cosi’ ricolma di angosce da tremare senza sosta e senza apparente rimedio (con buona pace del mio da poco ritrovato hobby fotografico), ho scelto di non pensarci e cosi’ il giorno e’ arrivato. Lo affronto serenamente. Irresponsabilita’ o un segno? Speriamo in bene!

Un commento su “The Day, part 1”

  1. Lo sai che ti sono vicino e quando fate visite spero che vi vada tutto per il meglio… no la tua è paura allo stato puro ovvero la mente tenta di sfuggire ai cattivi pensieri e cerca di allontanarsi dalle angoscie. E’ un meccanismo di autodifesa che bisogna cercare di contrastare per restare lucidi e pensanti e concentrarsi sul da farsi. Te l’ho detto via sms, te l’ho detto via email e te lo ripeto anche qui… forza e coraggio che poi vi potrete rilassare. E’ come la puntura… fa più male l’idea della puntura che la puntura in sè stessa… naturalmente vedi la puntura come la tua angoscia… lo so che l’attesa distrugge i nervi ma fatevi coraggio che non siete soli!

I commenti sono chiusi.