...e si può dividersi e non sparire...
se è così riabbracciami quando vuoi!

Domani, Pooh 2004

30/04/2004

Si’… ci siamo!

OK, la RAI corregge il tiro e fissa l’ultima puntata di “Si’ ti voglio bene” per lunedi’ 3 maggio alle 2 e mezza circa. Bene, cosi’ anche lunedi’ andro’ in parrocchia con poche ore di sonno alle spalle. Pazienza, cerchero’ di dormire a lungo domenica mattina. ;-)

Per il resto non ho molto da dire, umore altalentante (e oggi piove ed e’ freddo, sembra novembre) e ci sono un po’ di cose che mi danno fastidio ma non posso parlarne qua.

Torno a lavorare, ‘sto post era solo per informare gli eventuali altri appassionati della serie :)

28/04/2004

“Si’, ti voglio bene” e si’… t’ho trovato! ;-)

Sul sito RAI ho scovato la scheda del delizioso telefilm che stanno trasmettendo nottetempo: “Si’ ti voglio bene”, con Dorelli, Barbara De Rossi e la dolcissima piccola (all’epoca) Lin Lai, che secondo il IMDB poi non ha fatto altro.

In origine si trattava di tre puntate da 90 minuti l’una. Avendole spezzate in sei da 45′ dovrebbero esserci ancora 3 episodi e poi basta ;(

Il palinsesto RAI prevede questa programmazione: un episodio stanotte, giovedi’ 28, alle 2 e mezza circa, poi sabato e lunedi’ sempre verso quell’ora (mezzora piu’, mezzora meno…).

Cmq ecco la scheda, ometto il finale :)

Sì, ti voglio bene
Regia di Marcello Fondato. Tra gli interpreti, Johnny Dorelli, Barbara De Rossi, Lin Lai, Mario Carboni. Lo sceneggiato, in tre puntate serali, è il seguito dell’originale televisivo del 1992 Ma tu mi vuoi bene?. Questa volta però l’argomento centrale dal problema delle adozioni passa a quello del difficile compito di genitore. Così, Dorelli è un giudice di Tribunale dei minori che ha preso in adozione la piccola cambogiana Linlé, interpretata da Lin Lai. Come vicini di casa i due hanno Luisa, separata dal marito, che vive col figlio Citto, un bambino piuttosto difficile.

Il tenutario di questo blog scrivera’ a Dorelli per complimentarsi. ;-)

26/04/2004

Seminare la diffidenza

E’ notizia di questa mattina: la polizia ha caricato i manifestanti che bloccavano la fabbrica FIAT di Melfi.

Scusate tanto ma se la polizia viene schierata contro gli operai (che hanno reagito alzando le mani e fra i quali vi sono stati poi dei feriti, pare) come puo’ poi la gente credere alla parola della polizia stessa in altre circostanze?

Avete presente il derby Roma-Lazio interrotto a causa di SCIAGURATI ultra’ che hanno messo in giro la voce che un bambino fosse stato investito da una volante? Ecco, fortunatamente non era vero ma la gente non ha creduto subito alla parola del questore di Roma.

I politici di centrodestra che si sono scandalizzati piu’ di fronte alla diffidenza di 80.000 persone che all’atto criminale di pochi ultra’, farebbero bene a riflettere sul perche’ la gente e’ portata a non credere ciecamente alla polizia soprattutto in circostanze come quella.

Un indizio? G8 di Genova.
Un altro indizio? Le cariche odierne (e non solo, e’ storia di decenni di manifestazioni) contro i manifestanti.

Meditate politici, meditate.

Scagliare la polizia contro dei cittadini che manifestano crea diffidenza e sospetto nella popolazione. Avete sbloccato le fabbriche FIAT, forse, ma a che prezzo per la fiducia del paese nelle sue istituzioni?

Solidarieta’ a tutte le persone ferite a causa di questa scelta scellerata, sia fra le forze di polizia sia fra i manifestanti.

Accade a Falluja

C’e’ chi ritiene che i media tradizionali e i blog dovrebbero far circolare articoli come questo.

Bene, facciamolo, diamo voce alla sacrosanta rabbia di chi ha visto le bombe cadere sulla propria citta’ e uccidere i propri bambini. E diamo voce anche all’odio che alimenta la lotta e riempie di carburante gli aerei che gettano altre bombe.

Articoli come questo possono essere ottimi pretesti per i superficiali (non mi riferisco a chi ha segnalato l’articolo) per gridare il no alla guerra e invocare il ritiro immediato delle truppe. Ma chi si ferma a riflettere un po’ sulla storia sa che sessant’anni fa le bombe cadevano anche sulle nostre citta’ e uccidevano anche i nostri bambini. Erano bombe giuste? No, non lo sono mai. Eramo bombe necessarie? Forse alcune no, altre certamente si’, altrimenti come ci saremmo liberati dal fascismo e dall’abbraccio nauseabondo del nazismo? Con le buone intenzioni? Con le belle parole?

La situazione in Iraq e’ terribile perche’ le forze occupanti hanno commesso degli errori MA ANCHE perche’ c’e’ chi alimenta l’odio e la tensione nel paese. Se non ci fosse stata la guerra di liberazione, dell’Iraq si parlerebbe meno ma non starebbero certo meglio.

I nostri soldati, cosi’ come quelli di molti altri paesi, stanno lavorando per ricostruire, non per distruggere. Chi alimenta l’odio contro di loro, sia in quelle terre, sia in occidente, e’ corresponsabile della situazione venutasi a creare in quel povero paese.

Posto nella speranza di vedere presto un Iraq sereno celebrare la propria festa della liberazione e ricordando che ieri si e’ festeggiata la liberazione dell’Italia, che non e’ avvenuta solo grazie a una manifestazione ma con un intervento che ha portato sofferenza e dolore, ha distrutto citta’ ma ci ha dato sessant’anni di liberta’, democrazia e PACE.

?Typo error

Il mio grillo parlante personale mi ha fatto sapere che nei post recenti ci sono molti errori di battitura. Ha ragione, e’ che una volta li corregevo, adesso li lascio “al naturale”. ;-)

A volte mi viene voglia di schiacciare quel grillo, e’ che poi senza di lui che farei? ;-)

Vabbuo’, (que)’sto post e’ solo per informare che sono vivo e che fra poco inizia “Si’ ti voglio bene” al 2 (vedasi post di qualche giorno fa) e che poi potro’ dormire solo poche ore in quanto domattina… parrocchia!

Sono matto? Dovrei andare a letto? Nah, dormiro’ domani sera! ;-)

25/04/2004

Un anno fa

Non permettere che un mostro
Metta in croce in te l’amore!

Questo e’ un libero adattamento di “Ali in gabbia occhi selvaggi” (dal musical Notre Dame de Paris) che tristemente si presta a rappresentare tutte quelle giovani vite la cui serenita’ e’ stata rovinata dalla brutalita’ umana e che forse ora non hanno piu’ coraggio di amare la vita ed il mondo attorno a loro.

E se quella strofa e’ stata modificata ad hoc, questa e’ integra e mette i brividi:

Ali in gabbia, occhi selvaggi
Non potranno più volare
E l’infanzia dagli oltraggi
Tornerà mai ad amare?

Ti auguro che il cerchio oggi si chiuda e che tu da domani possa tornare a volare come facevi fino a un anno fa lasciandoti alle spalle questi 366 giorni.

Ti auguro che vinca la speranza e che tu senta l’amore del mondo per te e veda che nel mondo non ci sono solo mostri…

Alla buon’ora

Oggi ho finito la prima fase di aggiornamento del sito della mia parrocchia e di un altro sito di cui mi occupo.
Sono sollevato ma non del tutto contento: avrei potuto farlo prima, molto prima.

Vabbe’, basta autocritica… e’ fatta!

Ora e’ tempo di guardare avanti, a un po’ di nuovi progetti per la patrrocchia… e a riprendere alcuni progetti un po’ accantonati come Linky ;-)

23/04/2004

Come ogni sera spengo la TV

Eh si’, inizia la prima serata ed io spengo la TV.
Succede sempre piu’ spesso.

La riaccendero’, forse, dopo le 23 per vedere porta a porta o qualche programma di approfondimento (stanotte niente serie belle al 2, pare).

Reggo sempre meno l’immondizia televisiva di prima serata e quasi inizio a capire il mio vecchio amico Cristiano che aveva scelto proprio di NON avere una TV in casa.

Si perdeva delle perle (vedasi post precedewnte) ma non aveva il problema di decidere cosa guardare ogni sera, salvo poi decidere che non c’era nulla che valesse la pena d’essere visto.

Per fortuna ho alternative migliori ;-)

“Ma tu mi vuoi bene?”

Mentre il pomeriggio delle tre reti RAI e’ ammorbato da programmi piu’ o meno realistici in cui si parla di tutto e di niente spesso in modo anche poco discreto e assai volgare, la notte di raidue e’ tempestata da piccole perle televisive. A fine programmazione (quindi ad un orario che varia a seconda del ritardo accumulato dai programmi precedenti…) vanno in onda infatti vecchie mini serie TV (quelle che oggi si chiamano “fiction”).

Qualche settimana fa hanno trasmesso “Little Roma” con Ferruccio Amendola nei panni del barbiere Ulisse mentre a inizio settimana e’ andato in onda “Ma tu mi vuoi bene?” in cui Johnny Dorelli, nei panni del presidente del tribunale dei minori, se la doveva vedere con una dolcissima peste straniera (cinese, dalla fisionomia) a cui non si riusciva a trovare una sistemazione. Questo anche perche’ la bimba s’era affezionata a lui e faceva guai ovunque la mandassero! La serie terminava con il protagonista che, affezionatosi a sua volta alla piccola, ne chiedeva e otteneva l’affidamento.

Questa notte e’ stata trasmessa la prima parte del seguito (la seconda non si sa quando andra’ in onda…). Titolo “Si’ ti voglio bene” anche se Televideo parlava di tutt’altra serie (“Come stanno bene insieme”, che non c’entra nulla!). Se riuscite guardatela che e’ una cosa tranquilla, dolce, ben recitata e con una buona sceneggiatura.

Lancio un appello: esiste qualche sito dedicato a queste fiction o sono l’unico ad apprezzarle?

Per ora ho trovato solo le due striminzite schede dell’IMDB:

http://us.imdb.com/title/tt0188361/
http://us.imdb.com/title/tt0356279/

22/04/2004

L’esercito israeliano ha colpito altri due pericolosi terroristi

Dal sito di Repubblica:
“Gaza, due bimbe palestinesi uccise durante gli scontri Avevano 4 e 9 anni. La più piccola è stata soffocata in casa dai lacrimogeni, l’altra colpita da un proiettile israeliano.”

Sharon e’ un assassino. Quanti altri morti sulla coscienza vuole?!

Quando capira’ che gli uomini sono tutti uguali e la vita di un palestinese non vale meno di quella di un israeliano? E quand’e’ la comunita’ internazionale potra’ punirlo per i suoi crimini ventennali come gia’ ha fatto con altri responsabili di massacri?

Fortunatamente anche alcuni militari israeliani hanno capito che proseguendo l’oppressione nei territori non si arrivera’ mai a niente. Visitate il sito e capirete molte cose che l’informazione omette di dire…

Intanto e’ d’obbligo una preghierina per quei due angioletti… ;-(

20/04/2004

Novita’ :)

Era un po’ che pensavo di metterci mano…
Non prevedevo di farlo oggi ma e’ scattata la molla e quindi ho mandato a quel paese la TV (peccato per Carabinieri 3, ma tanto la terza serie non e’ granche’…) e ho riscritto la gestione dei referer che ora:

– e’ piu’ veloce (non capisco perche’ a Dicembre avevo fatto tante cavolate…)
– li visualizza in ordine cronologico inverso (dal piu’ recente…)
– bufferizza l’outut prima di salvarlo, sia a video sia su file (quindi e’ piu’ veloce)
– gestisce meglio lo spam
– mostra la query di ricerca nel caso il referer sia un motore di ricerca (per ora supporta Virgilio, Google e MSN ma e’ facile aggiungerne altri e ‘sta cosa mi servira’ anche in altri script…)

Ricordo che i referer sono i siti di provenienza dei visitatori. Trovate il risultato dello script nella colonna a sinistra. Provate a passare col mouse sui link… ;-)

19/04/2004

Ben tornato

Ci si accorge di quanto si stima una persona solo quando manca x un po’… ;-)
Ben tornato… lukketto! ;-)

18/04/2004

Come si fa ad offrire 1gb di email a utente?

Me lo sono chiesto, cosi’ come mi sono chiesto molte altre cose su Google.

Ecco la risposta:
http://blog.topix.net/archives/000016.html

Gustatevelo tutto… e’ l’articolo informatico piu’ affascinante che abbia letto negli ultimi anni!

Non che questo cambi le critiche a una certa politica di Google (GMail era -perche’ forse non si fa piu’- un’oscenita’) ma tecnicamente quelli sono su un altro pianeta…

Ah, ieri era il 17…

Ieri era il 17 e non me n’ero accorto.

Ho giocherellato, perso tempo, aggiornato amiga.it, mi sono divertito. E mi sono accorto che era il 17 solo leggendo un topic.

Credo sia bene cosi’, perche’ ora mi ricordo di te spontaneamente. A volte con tristezza, piu’ spesso con un seorriso, ma sempre spontaneamente. Il tuo ricordo non e’ piu’ legato a un numero, a una data.

tvb, grazie stellina.

Proteggersi dal terrorismo… con atti terroristici?!

“Non si tratta di vendetta. Il nostro governo ha il dovere di proteggere il popolo israeliano dal terrorismo”
Cosi’ dice un esponente del governo israeliano dopo l’ennesimo omicidio mirato che non ha nulla di diverso dalle azioni terroristiche di moltr gruppi politici.

Preoccupa che gli USA affermino di non aver incoraggiato Israele su questa strada.
Se e’ vero (se…) il governo di quel paese ormai e’ senza controllo e potrebbe mettere a rischio tutta la regione.

Ci vorrebbe un intervento dell’ONU, l’occupazione dei Territori da parte di Caschi Blu atti al peace-keeping, come nei balcani.
Non avverra’, gli USA opporrebbero il veto.

Senza questa protezione difficilmente quel governo canaglia sarebbe tanto arrogante e se ne fregherebbe di diritti umani e trattati internazionali?

Gente che parlando delle risoluzioni ONU a loro avverse usa termini come “finiranno nella pattumiera della storia”.

Ancora una volta: abbasso il terrorismo. Che sia fatto da kamikaze fanatici o da capi di governo.