31/03/2007

Bagasco: cominciamo bene…

Leggo su Televideo e inorridisco:

“Il presidente della Cei, mons.Bagnasco, ieri, durante un incontro a Genova ha invitato a riflettere.E ha detto:se cade il “criterio per giudicare il bene e il male,se l’unico criterio è l’opinione pubblica”,”è difficile dire dei no”.

E ha spiegato le estreme conseguenze di tale atteggiamento:”Quindi, perché dire no a forme di convivenza stabile giuridicamente”, alternative alla famiglia? E,se ora è questo,perché un domani dire no alla legalizzazione “dell’incesto” o della “pedofilia”? “Oggi ci scandaliz ziamo” ma “è difficile dire no,se viene a cadere il criterio ell’etica”,”se il criterio sommo del bene e del male è la libertà di ciascuno”.

Io mi scandalizzo della prepotenza, dell’arroganza di una persona che dovrebbe seguire Dio e cercare il bene, la tolleranza, il rispetto reciproco…

Si mettono sullo stesso piano scelte di amore rispettose verso il prossimo (due conviventi, anche dello stesso sesso, non danneggiano nessuno) con abusi e violenze.

Bene, se i toni sono questi io ribatto che a parer mio Dio si fa una risata (amara) di queste beghe del pianeta Terra. In tutto l’universo esistono certamente infinite altre societa’ con culture e usi diversi dai nostri. Pretendere che in tutto il Creato la gente si sposi davanti a un prete e non abbia altre forme di unione rispetto al matrimonio e’ ridicolo tanto quanto lo era dire che l’intera umanita’ discendeva dai soli Adamo ed Eva (e in alcuni ambienti relogiosi lo si pensa e lo si dice ancora).

Siamo sotto Pasqua e tutti dovremmo confessarci. Anche e soprattutto chi per imporre a tutti le proprie convinzioni non esita a mettere nella stessa frase convivenze, incesto e pedofilia.

Al di la’ degli interessi di chi cerca il voto dei cattolici (che mi sa convivono pure loro, basta guardare le statistiche) spero in una reazione a queste parole. O forse l’Italia e’ uno stato a sovranita’ limitata dove la Chiesa puo’ dire e fare tutto in nome della propria Verita’ Assoluta (ripeto: NON credo al fatto che Dio si inquieti se due convivono invece di sposarsi, quando al mondo la gente muore, soffre, fa guerre ecc…)?

Questa presa di posizione, se Televideo l’ha riportata correttamente,. e’ vergognosa.

Inserisci un commento

Commento

In questo blog non sono graditi commenti anonimi, provocatori oppure offensivi. Esiste la libertà di opinione e critica alle tesi espresse ma la si esercita firmandosi (va bene anche un nick) e con educazione.