17/10/2004

… tu riabbracciaci quando vuoi

Un anno fa, esattamente la notte di un anno fa, succedeva una tragedia che ha spezzato la tua giovane vita e i cuori delle tante persone che ti volevano bene.

Quella tragedia, quella meningite che in un giorno ti ha portata via a 16 anni, l’avresti potuta evitare con una puntura, una vaccinazione, una di quelle che non capisco perche’ siano “facoltative”… Una puntura e oggi saresti fra noi.

Ho deciso di ricordarti scrivendo un articolo, spiegando alle persone, soprattutto ai ragazzi ai loro genitori e agli insegnanti, cosa sono le vaccinazioni e perche’ quelle facoltative sono tanto importanti.

Sai, gli anni sono una convenzione tutta nostra, di noi quaggiu’. Oggi non e’ diverso da ieri e non sara’ diverso da domani. Sara’ solo un giorno in piu’. Ci manchi e anche se dal cielo ci mandi cosi’ tanti segnali che riusciamo a sentirti ancora vicina, srebbe cosi’ bello che fossi qui con noi. Mi ricordo quando ci sentimmo quella notte di Luglio che poi riuscisti a svegliare Angie e ci mangio’ vivi… mi ricordo com’eri in chat, i tuoi dialoghi con Antonio, eravate due tesori… C’e’ tanta gente con cui avresti legato… e avrei adorato vederti con una persona in particolare. Qualcosa mi dice che te la saresti mangiata di coccole… forse lo fai comunque (e se e’ cosi’ abbracciala piu’ che puoi – storpiando un attimo “Domani”) ma se tu fossi qui… se non fosse successo nulla…

OK, fermo Gabriele. Ho detto niente tristezza, solo cose positive e cosi’ sia.

Se le mie parole in quell’articolo serviranno a convincere anche una sola persona a far fare a un bimbo (o a farsi fare, perche’ per certi vaccini non c’e’ limite d’eta’!) una vaccinazione, avra’ avuto un senso ricordarti cosi’, invece che con le lacrime e la malinconia.

Ti voglio bene Chiara, questo articolo e’ per te!

PS: in realta’ no, un pensiero dal mio animo va anche a una persona che ha subito la tua stessa sorte. Non sapevo neppure della sua esistenza… o forse si’, magari l’ho letto distrattamente sul Televideo (finche’ non capita a qualcuno che conosci non provi le stesse cose e anche le notizie piu’ tristi vengono accantonate in fretta). Pero’ era una amica di una persona che stimo molto… e allora un pensiero va anche a lei… e spero, lo ripeto, di contribuire a evitare altre tragedie cosi’…

Inserisci un commento

Commento

In questo blog non sono graditi commenti anonimi, provocatori oppure offensivi. Esiste la libertà di opinione e critica alle tesi espresse ma la si esercita firmandosi (va bene anche un nick) e con educazione.