23/12/2013

Un altro pianeta!

Ho fatto bene a battezzare “Tardis” il mio nuovo PC: dentro deve essere molto piu’ grande che fuori, come la nave del Dottore nella serie Doctor Who. Addirittura credo che contenga un ghiacciaio perche’ se lo tocco non e’ a temperatura ambiente ma e’ freddo!
E’ anche silenziosissimo, tanto che si sentono il lettore DVD o il disco meccanico lavorare. ;)

Le temperature che nell’I7 920 a 2.6ghz sono quasi da sempre state sui 46-48 gradi in idle, ben superiori nell’uso medio e spaventose sotto sforzo, qui su un i7 4770K a 3.9ghz (modalita’ turbo) sono di circa 31-33 gradi in idle e 48-51 sotto carico. Merito delle ventole, certo, ma soprattutto di un assemblaggio perfetto, con tutti i cavi al loro posto, gli spazi fra un disco e l’altro, ecc!

I tecnici di Pianeta Computer hanno fatto un lavoro superbo! E’ il PC che mi e’ stato assemblato meglio da quando li compro cosi’. E non si sono limitati all’hardware: hanno installato Windows, i driver per l’hardware presente, aggiornato tutto, messo un po’ di programmi di uso comune (Acrobat, Skype, Chrome, ecc), la loro versione di TeamViewer per l’eventuale assistenza, una bellissima raccolta di sfondi e addirittura una immagine del sistema cosi’ creato pronta per un eventuale ripristino da parte loro o dell’utente un po’ pratico (infatti l’ho copiata nel mio disco dei backup).

Il PC e’ una belva! Vedere partire Windows in dieci secondi e’ uno spettacolo, aprire in pochi istanti Photoshop o InDesign e’ incredibile (e l’accelerazione hw della GPU fa il resto nell’uso di Photoshop), fare backup di decine di giga in pochi minuti e’… wow! Adesso vediamo di sfruttare bene questa meraviglia!

Ho scritto questo post principalmente per dire che Pianeta Computer e’ diventato il mio punto di riferimento informatico a Mestre. Grazie a don Stefano per avermelo fatto conoscere e a loro semplicemente… BRAVI!!!

PS: ed e’ stata una grande soddisfazione ricevere i complimenti per il Gomitolo… grazie! :)

Inserisci un commento

Commento

In questo blog non sono graditi commenti anonimi, provocatori oppure offensivi. Esiste la libertà di opinione e critica alle tesi espresse ma la si esercita firmandosi (va bene anche un nick) e con educazione.