17/06/2013

Bilanci di fine anno

Non sono impazzito e non ho l’orologio del PC avanti di 4320 ore.
Domani compio gli anni, son 42 ed e’ l’occasione di fare un bilancio dei 12 mesi appena trascorsi.

Mesi difficili, di addii, di paure, di separazioni subite, frutto di fragilita’ mia e di chi se ne va e non doveva farlo ma ci ha tentato e tuttora ci tenta, anche se continuiamo a tentare di ritrovarci e non perdere il filo.
Mesi in cui amici con cui avevo condiviso ideali e scelte li tradiscono e ti tradiscono e fa male perche’ non puoi comunque smetter di voler loro bene. Mesi in cui persone con cui ho condiviso gioie e incavolature iniziano un’altra tappa del viaggio e mi hanno portato a riflettere sulla vita e su quanti dispiaceri potremmo evitare di scambiarci per orgoglio…

E i giorni fanno i mesi e i mesi fanno un anno. Un anno da incontri che credevo avrebbero cambiato le cose e invece no. O forse si’, ma nell’altro senso.
Un anno in cui qualche acciacco ha iniziato a farsi sentire e non solo del fisico ma soprattutto nell’anima e mi sono, pur brevemente, “lasciato indurre in tentazione” di farmi vincere dallo sconforto e pensare piu’ alle mie paure che al dolore (fisico) di chi mi e’ accanto.

Un anno in cui le mie scelte etiche e la mia pretesa di rispetto hanno segnato la fine di alcune collaborazioni preziose e hanno incrinato amicizie.

Ma e’ stato anche un anno in cui ho imparato, ho cercato di ricostruire equilibri, instabili ma almeno averli. Un anno di studio, con la paura di perdere il filo del web, un anno di cambiamenti di abitudini e anche un anno di incontri. Alcuni cercati e qualcuno arrivato per caso, da don Gianni in veste di prete prima che di organizzatore, a chi avevo perso nei ricordi del passato ed ho ritrovato quasi per caso, a chi s’e’ rivelato preziosa vicinanza, a chi non avevo mai incontrato, pur avendo a lungo pregato per lei, ma speravo di conoscere e spero di non aver asfissiato.

Che anno… ma in fondo se dovessi citare, adattandola alla mia vita, una delle canzoni di Facchinetti che amo, direi…
Credo che ho fatto buona musica / raccogliendo buoni giorni /
Ho scambiato affetto ed inquietudine / indifferenza ed emozioni / perché c’è gente da buttare via / e carissime persone.

Poi la canzone continua… Nel secondo tempo della vita mia…. Chissa’ che succedera’. 42, nel libro “La guida galattica dell’autostoppista”, e’ la risposta a tutte le domande. Spero che qualche risposta e un po’ di serenita’ arrivino ad alleggerire l’anima…

Grazie intanto a chi c’e’ stato a chi c’e’ e ci sara’ e a chi magari incontrero’, domani…

3 commenti per “Bilanci di fine anno”

  1. aly scrive:

    le coincidenze n esistono…domani anke il mio bimbo compie gli anni …ben tre:) e sn felice k sia lo stesso tuo giorno! sxo k in qlke modo qst “coincidenza” possa portargli fortuna e proteggerlo cm hai fatto tu x tanto tempo cn me, anke sl ascoltandomi senza mai avermi vista! tanti auguri in anticipo a qlo k è stato x tanto tempo ip mio angelo sulla terra! aly

  2. maria cristina scrive:

    un bilancio che tende alla speranza.Ti auguro che questa non venga mai meno eti sorregga sempre assieme alla preghiera. AUGURI GURU!!!

  3. Alessandro Marinuzzi scrive:

    Auguriiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!! Che la torta sia con te :P Eheheh… adesso hai 42 anni, vivili bene almeno tu perché i miei mi hanno lasciato tanti acciacchi e problemi di salute, spero per te sia diverso ;-) Goditeli e ti auguro di “fare volontariato con i becchini al cimitero” :P Ieri al telefono ero stordito prima di capire che era una cavolata :P Behhh a parte gli scherzi dimmi che torta ti sei fatto fare… io amo moltissimo le crostate di pasta frolla con la base di cioccolatto, crema pasticcera, fragoloni e gelatina… una guduria :P
    Ecco la torta!!! http://www.alecos.it/files/Torta.jpg
    Buon compleanno vecchio amico compagno di mille avventure… (sfide della vita, di programmazione, eccetera…) Buona Torta a te ;-)

Inserisci un commento

Commento

In questo blog non sono graditi commenti anonimi, provocatori oppure offensivi. Esiste la libertà di opinione e critica alle tesi espresse ma la si esercita firmandosi (va bene anche un nick) e con educazione.