11/01/2009

Come non farsi amare

Volete farvi odiare?
Imparate dal governo Israeliano.

Israele sta guadagnando l’odio della GENTE. Ci sono sciacalli che disegnano svastiche ma o sono provocatori o sono poveri dementi che in altri momenti andrebbero a menar calci in uno stadio.

La GENTE comune e’ quella che pensa con la propria testa e CAPISCE che non puoi massacrare un popolo, violando tutte le risoluzioni ONU e le norme internazionali, e pretendere di essere nel giusto. Certo, puoi convincere i mass media ma in questa era di informazione globale certe malefatte non passano sotto silenzio

Odiare e’ sbagliato, divora l’anima, ma e’ un sentimento umano di fronte a tanto dolore inflitto a civili innocenti e tanto disprezzo per la vita! Odio e rabbia non possono essere nascosti o negati, bisogna pero’ riuscire a trasformarli in sentimenti positivi e propositivi come ad esempio continuare a ragionare e spiegare i torti di Israele -e dei palestinesi- a chi non e’ abbastanza informato.

Io non odio gli ebrei e nemmeno il popolo israeliano, ci mancherebbe!
Invece non riesco a non provare sentimenti negativi verso il governo israeliano. Tutti alla corte internazionale per crimini di guerra li manderei!

Invece a chi parlando in nome di Israele dice “il popolo italiano e’ con noi” consiglierei di pensarci su meglio. Non so davvero CHI possa essere con Israele soprattutto dopo aver visto i volti dei bambini terrorizzati e di quelli morti.

Personalmente non conosco nessuno che dica “Israele sta agendo bene”.

2 commenti per “Come non farsi amare”

  1. Enrico scrive:

    “Migliaia? Siamo sicuri? A parte che a leggere questi dati non pare che abbiano avuto le stesse conseguenze di quel che sta facendo Israele oggi a Gaza”
    1) Piccolo compitino per chi “ignora”: quante vittime israeliane ci sono state durante la seconda Intifada dal 2001 al 2004?

    “… Israele che massacra migliaia di civili …”
    2) Migliaia di Civili??? Caro mio Hamas รจ un gruppo militare non fa parte del mondo civile, rifai i calcoli

    Consiglio: cerca di attingere da fonti corrette, poi parla, il percorso per la pace ha bisogno di persone che “non ignorino”, dai un piccolo contributo anche a te

  2. Gabriele scrive:

    Il commento qui sopra viene pubblicato solo per dimostrare che questo e’ un blog democratico che da’ spazio a tutti.

    Detto questo: le mie fonti sono corrette perche’ sono sul campo. Non leggo le agenzie stampa di un paese criminale che viola le risoluzioni ONU da sessant’anni e bombarda durante le tregue umanitarie.

    Hamas sara’ pure un gruppo militare (pero’ e’ anche un partito che e’ stato eletto mi pare) ma dire che gli ottocento morti erano quasi tutti terroristi e’ mentire sapendo di farlo.

    Non perdere tempo con la propaganda filo israeliana. I lettori di questo blog sono persone intelligenti e di cuore che giudicano i fatti.
    E i fatti li trovi per esempio qui con tanto di foto e documentazione internazionale.

Inserisci un commento

Commento

In questo blog non sono graditi commenti anonimi, provocatori oppure offensivi. Esiste la libertà di opinione e critica alle tesi espresse ma la si esercita firmandosi (va bene anche un nick) e con educazione.