30/06/2007

A proposito di Last.FM

Alcuni amici hanno cominciato a usare con entusiasmo Last.FM (il link e’ a Wikipedia), una radio online caratterizzata dalla possibilita’ di sentire musica adatta ai gusti dell’ascoltatore.

Il servizio si basa sulla sistematica profilazione dell’ascoltatore: le informazioni su qualsiasi brano ascoltato, anche offline sul proprio computer e/o iPod, vengono inviate ai server di Last.FM. I software di Last.FM utilizzano tali informazioni per costruire una playlist basata su gruppi e generi che possono piacere all’ascoltatore.

L’idea e’ senz’altro bella e l’implementazione e’ basata su sorgenti aperti, quindi si dovrebbe essere al riparo dal rischio di invio segreto di dati sensibili.

Tuttavia non mi va per nulla l’idea di far sapere a una corporation quale e’ la CBS Interactive, proprietaria del tutto, cosa mi piace e lasciare che i suddetti magari effettuino analisi di mercato grazie a me. Preferisco quindi continuare ad ascoltare le radio normali che so che comunque trasmetteranno generi che mi piacciono… o magari me ne faranno scoprire di nuovi! ;-)

Inserisci un commento

Commento

In questo blog non sono graditi commenti anonimi, provocatori oppure offensivi. Esiste la libertà di opinione e critica alle tesi espresse ma la si esercita firmandosi (va bene anche un nick) e con educazione.